A Natalia Aspesi il premio giornalistico 2020

30/08/2020

La giuria del premio Viareggio-Rèpaci ha deliberato all’unanimità di assegnare il premio per il giornalismo, edizione 2020, a Natalia Aspesi, da anni inviata di spicco del quotidiano «la Repubblica».

Con tale riconoscimento, forse un poco tardivo, la giuria vuole indicare in Natalia Aspesi l’impareggiabile erede di una storica lignée alla quale appartennero a pieno titolo Irene Brin, Camilla Cederna, Lietta Tornabuoni, Adele Cambria, con le quali Natalia Aspesi ha condiviso e continua a condividere una disincantata capacità di osservazione e di rappresentazione della realtà contemporanea assistita dalla forza di una scrittura impavida e ironica, ora maliziosamente sorvegliata, ora appassionatamente risentita, comunque e sempre contrassegnata dallo stigma di una eleganza tanto più flagrante quanto meno ostentata.

Non immemore della lezione insieme etica e formale di un maestro ‘involontario’, inseparabile dall’universo viareggino d’antan, come Giancarlo Fusco, alla cui raccolta Il gusto di vivere ha premesso una mirabile Prefazione, Natalia Aspesi ha attraversato sessant’anni di storia italiana con la libertà e la grazia che più generazioni di lettori hanno potuto conoscere e ammirare dal tempo del «Giorno» a quello, anche più lungo, della «Repubblica» (e non sarà inutile ricordare l’ufficio anche civile assolto dalla sua rubrica Questioni di cuore, autentico appuntamento fisso del supplemento del venerdì). Alla sublime qualità artigianale della straordinaria ‘carriera’ di Natalia Aspesi, fondata su una geniale, antigerarchica capacità di ibridazione degli oggetti, dei generi e delle tecniche giornalistiche, la giuria intende rendere affettuosamente omaggio.   

 

Franco Contorbia

Galleria Premio Letterario

Archivio Mostra tutta la galleria